domenica 4 novembre 2018

Donatella Cuomo: Mia figlia dice che il mio sorriso è splendente da quando corro!

Matteo SIMONE
http://www.psicologiadellosport.net

Insieme è sempre meglio, Donatella oltre a essere runner e maratoneta è anche una grande guida di atleti con disabilità visiva in allenamenti e in gara. Donatella di seguito racconta la sua esperienza sportiva attraverso risposte ad alcune mie domande di un po’ di tempo fa: Ti sei sentita campionessa nello sport almeno un giorno della tua vita?Mi sono sentita campionessa in una gara dove sono arrivata 1^ di categoria.

Prima o poi si porta a casa qualcosa oltre a sperimentare tanto benessere attraverso lo sport, a volte si riesce ad andare in premiazioni per sperimentare sensazioni ed emozioni intense e piacevoli che continuano ad alimentare la vogllia di iimpegnarsi e allenarsi: Qual è stato il tuo percorso per diventare un Atleta?Il tempo a disposizione ed il bisogno di respirare all’aria aperta mi hanno portato fuori casa a fare dapprima passeggiate e poi piccole corsette. Il bisogno di pensare un po’ di più a me stessa, dividendo il tempo con la famiglia ed il lavoro.”

Lo sport permette di uscire fuori dalla zona di confort con coraggio, di vivere un po’ di più all’aria aperta, di ritagliarsi del tempo piacevole con se stessi e con amici: Quali fattori contribuiscono al tuo benessere o performance?I fattori sono molteplici. Il mio lavoro mi occupa h24 quindi un buon riposo prima di ogni allenamento ed una buona alimentazione.” Nello sport chi contribuisce al tuo benessere o performance?Il benessere lo trovo nella corsa. Ma prima di tutto lo trovo in me stessa, quando corro sono sempre ben disposta, se poi lo faccio in compagnia ancora meglio.”

Lo sport permette di mettersi alla prova, di aver coraggio di andare avanti affrontando e gestendo crisi e difficoltà: Qual è stata la gara della tua vita dove hai sperimentato le emozioni più belle?Senza ombra di dubbio la gara più bella è stata la mia prima Maratona. Arrivare ad una distanza così lunga è stato un vivere quella esperienza con tante emozioni quali il pianto di felicità, superare i 30 km e oltre mi ha fatto credere in me stessa, superare il traguardo non ha fatto di me una maratoneta ma una persona capace di affrontare sforzi, sacrifici e difficoltà.”

Lo sport aiuta a conoscersi, divetna una palestra di vita, aiuta a capire che a volte la fatica e la difficoltà diventano amiche perché quando superi tutti ti senti più forte e capace, più fiducioso in te stesso, più predisposto ad affrontare cose più difficili alzando gradualmente l’asticella: Quale è stata la tua gara più difficile?La mia gara più difficile è stata il giro del lago di Campotosto. Partenza ore 10,30 del mese di giugno con temperature molto calde, il percorso di 25 km non ha zone di ombra. Sembrerebbe questo il motivo di una performace scadente, invece ripensandoci  le preoccupazioni per il giorno dopo non mi hanno dato scampo. Col senno del poi ho imparato che la testa vale molto di più che le gambe.”

Lo sport aiuta a comprendere che si può fare tutto, che c’è sempre un rimedio, una soluzione, un piano B; la motivazione diventa il motore di ogni nostra azione: Quale esperienza ti da la convinzione che ce la puoi fare?Ce la posso fare perchè non posso smettere!” Quale può essere un messaggio per sconsigliare l’uso del doping?Non ne ho. Chi ne fa uso non è uno sportivo.”

Lo sport pemrmette di conoscere gente nuova e ritrovare vecchi amici, condividendo insieme gioie e fatiche. Lo sport rafforza i legami, unisce persone, abbatte barriere culturali e intergenerazinoali: Ti va di descrivere un episodio curioso o divertente della tua attività sportiva? Arrivare ad una gara e non avere le scarpe giuste, poi ne trovi un paio vecchie in macchina e corri lo stesso, inizialmente con la paura che quelle ti lasceranno ma poi scopri che ce la fai e arrivi al traguardo e baci le tue scarpe. La meraviglia della corsa è incontrare persone che pensavi di non incontrare perchè perse di vista, perchè avevano cambiato città, perchè le strade si erano separate. Incontrarsi e non lasciarsi più.”

Lo sport permette di conoscere a fondo te stesso sia come corpo, che come testa che come cuore, diventa una modalità per conoscersi approfonditamente, conoscere il senso del tempo che passa, il senso della ftica, del dolore ,della sofferenza, si affronta tutto conpazienza: Quali sono le sensazioni che sperimenti facendo sport?Deve arrivare il sesto km per cominciare a correre in leggerezza, il decimo per sentire che il respiro è lieve, il quindicesimo e  continui  a parlare, fermarsi e ripartire con ancora più voglia, il corpo che ti accompagna e sentire la spinta che ti fa andare avanti, il battito cardiaco impercettibile, le gambe leggere , un grande senso di libertà col vento tra i capelli e sul viso.”

La corsa diventa un grande orto da coltivare con consapevolezza cavalcando l’onda del cambiamento con resilienza e cercando di rimodulare sempre mete e obiettivi con le risorse residue che si hanno a disposizione: Quali sono le difficoltà, i rischi, a cosa devi fare attenzione nel tuo sport?L’unica difficoltà è la mancanza di tempo. I rischi sono legati alla famiglia che non capisce quello che stai facendo e ti boicotta . Ho rischiato ed ho perso un marito … ma l’ho voluto e non me ne sono mai pentita.” Cosa hai scoperto di te stessa nel praticare attività fisica?Ho scoperto che posso farcela!! Posso affrontare meglio le difficoltà che mi si presentano.”

Lo sport diventa una sana abitudine, una buona dipendenza salutare da coltivare: Quali sono le condizioni fisiche o ambientali che ti inducono a fare una prestazione non ottimale?Dopo un turno di lavoro pesante come quello di notte non posso correre se non nella tarda serata, oppure una scarsa o esagerata  alimentazione. Non mi ferma la pioggia ne il vento e nemmeno il caldo, certo si cercano le condizioni atmosferiche ottimali!! Ma se non ci sono …. si trovano.”

Lo sport fa rinascere sempre ad ogni stop, ad ogni infortunio, diventa un’opportunità per saper aspettare, per ricominciare con più entusiasmo: Cosa ti fa continuare a fare sport?La sensazione di RESET che mi offre ogni volta!!! Ogni volta è un regalo all’anima, ogni volta una soddisfazione di aver fatto qualcosa per me stessa, questo mi fa stare meglio con gli altri.” Come hai superato eventuali crisi, sconfitte, infortuni? “Con tanta pazienza, dote che ho acquisito con la corsa!!”

Lo sport rende felici, è quello che sperientano in tanti, è quello che molti non sanno, è questo che i ragazzi dovrebbero apprendere: Quale può essere un messaggio rivolto ai ragazzi per avvicinarsi allo sport?C’è una nuova droga che si chiama sport!! Attenzione crea dipendenza, avvicinarsi con prudenza, pericolo di felicità!!” I tuoi familiari cosa dicono circa il tuo sport?Mia figlia dice che il mio sorriso è splendente da quando corro!

Lo sport permette di elaborare e rifleettere, permette di trovare uove soluzioni, di progettare e organizarsi: Ritieni utile lo psicologo dello sport? Per quali aspetti e in quali fasi?Penso che chi corre lo faccia per problemi irrisolti. Lo psicologo ti può far capire quali siano. Affrontare una gara sapere i propri limiti, conoscere le motivazioni che ti spingono a farla e poi superarle, questo può essere un grande aiuto.”

Nella mente dei runner ci sono sempre gare da partecipare, tantissime gare, le più disparate in ogni parte del mondo: Quali sono i tuoi prossimi obiettivi? Sogni da realizzare?Correre un’altra Maratona, un’altra e ancora un’altra.”

380-4337230 - 21163@tiscali.it
Posta un commento

Translate