martedì 11 febbraio 2020

Francesco Mariano Bosco, runner: Qualcosa ho imparato: cadi sette volte, rialzati otto


Lo sport ha da sempre contribuito alla formazione del mio carattere

Al termine della corsa di Miguel ho conosciuto Francesco Mariano bosco grazie all’amico comune Massimo Castellano, chiacchierando scopro che Francesco è di Vieste e che suo papà è un grande amico mio, amici di squadra 25-30 anni fa, da lì nasce luna nuova amicizia.
Francesco Mariano Bosco mi segnala il suo nuovo sito https://fmbosco.wixsite.com/runningacademy e con piacere leggo dall'età di 14 anni fino ai 18 ha fatto atletica con il G.S. Fiamme Gialle Simoni, inoltre è Diplomato Istruttore F.I.D.A.L. nel 2014 e ha i seguenti attuali record personali: 9'26 3000m, 16'22 5000m, 33'48 10km, 1h13'36 mezza maratona, 2h41'35 maratona. Tutt'ora corre con l’A.S.D. Spartan Sport Academy per la quale è anche il referente tecnico per il settore running.

sabato 8 febbraio 2020

TRIATHLON E IRONMAN La psicologia del triatleta di Matteo SIMONE


Prefazione di Flavia Salomone (pagg. 9-11): "...Lo sport diventa così una metafora della vita, allenarsi a superare il limite, acquisire consapevolezza, conquistare la resilienza sono le chiavi per affrontare anche le giornate che ti si mettono di traverso, la fatica che accumuli nei muscoli ti insegna che qualunque cosa accada tu puoi farcela. Un libro positivo, un inno alla vita, un invito a non arrendersi questa ultima fatica di Matteo Simone."
Capitolo 4 Resilienza nel Triathlon (pag. 129). 4.2 Gabriele Frasconà: Gare estreme e triathlon, il mio pane quotidiano (pagg. 131-133)
Qual è stato il tuo percorso per diventare un Atleta? “Dopo il nuoto praticato dai 6 ai 9 anni, ho ripreso a fare sport fino ai 18 anni con la pallavolo. Dopo ho intrapreso un percorso lungo fino ai 25 anni, che ha visto sviluppare le mie doti di resistenza psicofisica tra le forze speciali italiane. Dopo il congedo, il passo è stato breve: gare estreme e triathlon sono diventate il mio pane quotidiano.”

martedì 4 febbraio 2020

Mini workshop gratuito su Sport e Motivazione

Resilienza: Più dura è la lotta, più grande il trionfo 
Matteo SIMONE
http://www.psicologiadellosport.net

Vi aspettiamo il 6 febbraio alle 15:30 presso la SSML San Domenico a Roma, via Casilina 233, per un mini workshop gratuito su Sport e Motivazione.
Interverrà Aldo Zaino​, runner classe '35. Un particolare ringraziamento a Penna​ Alessandra: ingegnere, runner e moderatrice alla presentazione del libro "Lo sport delle donne", edito da Prospettiva Editrice. Atletica La Sbarra, squadra partner dell'evento
Definizione obiettivi e sfide.
Nel libro “Triathlon e Ironman”, al Capitolo 2 dal titolo “Raggiungere obiettivi” l'esperienza di Daniel Fontana: "La gara della vita quando ho vinto il mio primo ironman." Qual è una esperienza che ti possa dare la convinzione che ce la puoi fare? “La resilienza, il fatto di avere degli obiettivi chiari e un percorso per raggiungerli, poi la tenacia quotidiana con la convinzione che prima o poi ingranerai e farai un salto di qualità.”

mercoledì 29 gennaio 2020

Federico, Runner Extralarge: La corsa è diventata la mia terapia

Ho iniziato a correre in un momento di estrema difficoltà psicofisica

Lo sport trasforma le persone, a volte diventa una grande medicina e terapia, permette di apprendere e di cambiare. Di seguito l’esperienza di Federico che come spiega nel suo blog: https://runnerextralarge.com/chi-sono/ con allenamento regolare e un’alimentazione sana ha perso, in circa 18 mesi, 35 kg. Di seguito, approfondiamo la sua conoscenza attraverso riposte ad alcune mie domande: Ti sei sentito campione nello sport almeno un giorno della tua vita?Si, precisamente quando ho concluso la mia prima mezza maratona.Qual è stato il tuo percorso per diventare atleta?Ho iniziato a correre in un momento di estrema difficoltà psicofisica, la corsa è diventata la mia terapia.”

martedì 28 gennaio 2020

Corentin Lefer vince il Campionato Europeo Junior di Cross Duathlon 2019

Ero così felice perché la gara è stata dura

Il 2 luglio 2019 si è svolta la prova duathlon cross agli Europei Multisport di Târgu Mures in Romania e la categoria Junior è stata vinta dal francese Corentin Lefer 2000 in 53’30” che ha preceduto I due italiani Filippo Pradella (Silca Ultralite) 2000 in 54’22” e Francesco Podda (Fuel Triathlon) 2001 55’04”. Tra le donne, la vincitrice è stata la slovacca Zuzana Michalickova 2002 in 01h03’31” che ha preceduto la connazionale Margareta Bicanova 2001 in 01h06’20” e l’olandese Zoe Van Dijk 2001 in 01h07’29”. Di seguito, approfondiamo la conoscenza del vincitore attraverso risposte ad alcune mie domande: Qual è stato il tuo percorso per diventare un atleta?Ho iniziato il triathlon a 7 anni, solo per divertimento e grazie a mio padre. Avevo 15 anni al campionato francese di Duathlon e mi sono reso conto che posso fare grandi cose."

lunedì 27 gennaio 2020

Filippo Poponesi: Sfidiamo il freddo, Arrowhead 135, cioè 217 km in nord Minnesota


Filippo Poponesi, della “Lunatici Ellera Corciano Asd”, questa volta è pronto a sfidare il freddo percorrendo tantissimi chilometri in autosufficienza con slitta a seguito. Di seguito approfondiamo la sua conoscenza attraverso risposte ad alcune mie domande: Cos'hai in mente?Ciao Matteo. Questa volta sfidiamo il freddo. Arrowhead 135, cioè 217 km in nord Minnesota, in totale autosufficienza, con slitta da trainare sulla neve per trasportare tutta l'attrezzatura, gli alimenti e l'abbigliamento di scorta. Le temperature in questo periodo sono mediamente intorno a -20/-25 gradi, con picchi di -35/-40.

Alex Melore, runnner: Ho iniziato a 40 anni, insoddisfatto della vita


Quando sperimenti benessere attraverso lo sport, non sei disposto a mollare, quando hai compreso che lo sport ti cambia la vita in modo positivo, continui e trovi sempre occasioni, modalità e tempo per allenarti. Di seguito Alex ci racconta la sua esperienza di runner: Qual è stata la gara dove hai sperimentato le emozioni più belle?Asics Golden Four Rio de Janeiro 2015, ho vissuto la felicità per quasi 24 ore! Ero innamorato!Cosa pensano familiari e amici della tua attività?A mia moglie piace molto, i miei figli non si sono ancora espressi.” 

Cosa hai scoperto del tuo carattere praticando sport?Ho imparato a darmi più valore.” Quali sono le capacità, risorse, caratteristiche, qualità che hai dimostrato di possedere?Avere più disciplina, determinazione, fiducia e risultati.” Che significa per te partecipare a una gara sportiva?Mi porta sensazioni ed emozioni che di solito non ottengo.” Hai sperimentato l’esperienza del limite nelle tue gare?Sì, nella mia prima 21k, il mio primo 25k-trail e avrò la mia primo 42k.”

Translate