Libri e pubblicazioni


Simone M., Maratoneti e ultrarunner. Aspetti psicologici di una sfida, edizioni-psiconline, 2017, Brossura, Pagine 240 circa, Formato 15x21 cm, Prezzo 20.00 euro, ISBN 978-88-99566-16-6


La Resilienza e l’Autoefficacia sono concetti importanti nella psicologia dello sport, ma anche nella vita in generale, per raggiungere i propri obiettivi in qualsiasi campo.

Così come avviene negli sport di endurance, resistere e andare avanti, lottare con il tempo cronologico e atmosferico, con se stessi, con i conflitti interni; a volte sei combattuto e indeciso, tentato a fermarti, a rinunciare.

Gli atleti sentono di valere, di avere forza mentale, di saper prendere decisioni, di sentirsi leader, in sostanza aumenta l’autoefficacia personale nell’ambito sportivo, si sentono riconosciuti dagli altri, scoprono di possedere capacità insospettate: l’ultracorsa diventa una palestra di vita.

Si impara a valutare che per ogni problema c’è almeno una soluzione; tale soluzione ti porterà al traguardo finale, ti permetterà di superare gli imprevisti e tollerare le sofferenze.

La pratica dell’ultramaratona permette di conoscere e scoprire delle risorse interne, che in situazioni ordinarie sono insospettabili.

L’adattamento graduale a situazioni di estremo stress psicofisico permettono di esprimere delle caratteristiche che hanno a che fare con la tenacia, la determinazione, la resilienza, che accrescono la forza mentale per andare avanti, per raggiungere un obiettivo prefissato, per superare eventuali crisi lungo il duro percorso.

A CHI È RIVOLTO: Atleti, allenatori, familiari di atleti. A studenti e docenti di psicologia, scienze motorie, psicologi, psicoterapeuti, counselor, coach, A chi lavora nell’ambito dello sport sia come benessere che come performance. A chi vuole meglio affrontare e gestire allenamenti e gare sportive. A chi vuole aumentare la propria fiducia in sé e la capacità di affrontare e superare situazioni difficili e crisi nello sport e nella vita.

Simone M., Carlos Castaneda incontra don Juan, uno sciamano divenuto suo maestro, Arduino Sacco Editore, Roma, 2016


ISBN - 978-88-6951-229-2, Prezzo: € 12,00 Genere: Saggistica Formato (mm.) 200 x 130 Pag. 130

Questo testo riporta l’esperienza di Carlos Castaneda a contatto con lo sciamano Don Juan Matus, incontrato nelle terre messicane, dove si era recato per un approfondimento sull’uso delle droghe. Con don Juan è iniziato un apprendistato attraverso metodi non soliti, non usuali, rispetto a quelli accademici occidentali, che lo hanno permesso di ampliare la consapevolezza su se stesso e il mondo che lo circonda. Don Juan, avendo poco tempo a disposizione per trasmettere tutto il suo sapere, ha utilizzato metodi stravaganti per demolire le rigide barriere mentali dell’allievo Castaneda Carlos, uomo accademico

 

Simone M., Ultramaratoneti e gare estreme, Prospettiva editrice, Civitavecchia.


Riferimento: ISBN: 9788874189441 14,00 € p.298

Sport & Benessere 1 | | ed novembre 2016

Chi sono gli ultramaratoneti? Cosa motiva questi atleti? Quali meccanismi psicologici consentono loro di affrontare gare estreme? Cosa li spinge a spostare sempre più in avanti i limiti fisici?

Questi i quesiti che si è posto l’autore Matteo Simone per stendere questo libro, si parla di ultramaratone e di gare estreme per lunghezza kilometrica, per condizioni fisiche-naturalistiche e metereologiche nelle quali si affrontano i percorsi, per le richieste mentali poste a questi atleti. Il testo consente di calarsi nella realtà degli ultramaratoneti, grazie all’esperienza diretta dell’autore ed al contributo di centinaia di atleti intervistati che hanno condiviso le loro esperienze di gara. Vi sono i racconti di amanti della corsa e di atleti professionisti. In primo piano è il vissuto esperienziale degli atleti, le loro problematiche, le loro convinzioni, le loro paure, le loro esperienze di vita e i loro successi. Come ci ricorda la psicoterapia della Gestalt è nell’esperienza che risiede la conoscenza. Un libro affascinante che riporta le motivazioni di queste persone, che tratteggia le loro strutture caratteriali. Un testo che permette di avvicinarsi a questo tipo di discipline considerate estreme e impossibili.

 

L’uomo dei podi Riflessioni psicologiche su un atleta vincente, Co-autori Matteo Simone, Antonello Vargiu, Aracne editrice, Roma, 2016. ISBN 978-88-548-9444-0.


Modulo Richiesta Saggio Docente


Modulo Richiesta Saggio Giornalista


Modulo Richiesta Saggio Biblioteca



Il volume porta la firma di uno psicologo e di un atleta, Simone e Vargiu. Lo psicologo commenta quanto l’atleta elabora o ricorda, la sua è una presenza discreta, mai invadente, che lascia fluire il racconto e l’esperienza dell’altro. Quasi una guida o un accompagnatore, che insieme all’atleta, è partecipe dei misteri della corsa, mostrando la stessa curiosità, stupore e appagamento, quasi che avesse gareggiato al suo fianco. La corsa, per quanto scaturisca dalle contrazioni muscolari, dalle scariche neuronali, dagli appoggi dei piedi e si leghi indissolubilmente con sudore, dolore e affanno, non trascura i pensieri, le emozioni e i ricordi del nostro spettatore interiore: sia esso psicologo o meno. Questa è la magia della corsa, un’esperienza estetica e motoria, un modo di esserci col corpo e con la mente, in un perfetto equilibrio

 

Ultramaratoneta. Un'analisi interminabile, Curatore: D. Baranzini, M. Simone, Edizioni ARAS, Fano, 2016.


Pagine: 126 p. Brossura EAN: 9788898615872

€ 10,00 Venduto e spedito da IBS Disponibile in 10 giorni


Questo libro esprime il senso della corsa nelle lunghe distanze, per molte ore e tanti chilometri. L'opera è una sorta di fantastico saggio poetico frutto di dialogo e corrispondenza tra i due autori. Gli autori dialogano a distanza su quello che è il senso dell'ultramaratona: la lunghezza, il tempo, la fatica, la gioia, il dolore, per alcuni anche una "lucida pazzia". L'intento è di illustrare l'ultramaratona, un particolare vissuto di sport a volte considerato estremo, ai limiti della umana ragionevolezza. Daniele Baranzini si racconta attraverso la sua pianificazione e progettazione di lunghe gare da interpretare e portare a termine e Matteo Simone cerca di entrare nella psiche di Daniele alla ricerca di un senso. Daniele è pura corsa, senza corsa non può esistere. Il suo percorso è interminabile, come il titolo di quest'opera. Daniele scrive la sua visione onirica della corsa lunga e Matteo la cerca nelle parole dei suoi racconti. Matteo è l'archeologo, Daniele è l'antica città dei sogni.

 

Simone M., Sviluppare la resilienza Per affrontare crisi, traumi, sconfitte nella vita e nello sport, MJM Editore, 2014.


L’obiettivo di questo testo è illustrare, in maniera teorico e praticoesperienziale, aspetti inerenti la resilienza e le modalità per svilupparla; fornire strumenti teorico-pratici per stimolare l’autoconsapevolezza e valorizzare le risorse personali e di rete. Si definisce resilienza la capacità di resistere alle frustrazioni, agli stress, in generale alle difficoltà della vita. La resilienza permette la ripresa dopo un evento traumatico, dopo un infortunio, dopo una sconfitta. La resilienza, il cui significato è mi piego ma non mi spezzo e mentre mi piego mi preparo, sta a significare che il vero campione esce fuori dalle sconfitte con più voglia di riscattarsi, di far meglio, di migliorare gli aspetti, le aree in cui ha mostrato carenza. Chi è resiliente, infatti, non si lascia abbattere da una sconfitta ma ne esce rafforzato, analizza i suoi errori e trova le giuste soluzioni per tornare a vincere. È grazie a questa dote del carattere che si diventa campioni: alcuni ci nascono altrimenti la si può sempre coltivare.

Il concetto di resilienza è presente anche nelle persone che subiscono traumi, quelli che possiedono questa caratteristica non vanno incontro a stress acuti, o disturbi post traumatici di stress, ma ne escono più forti, con un valore aggiunto, i resilienti individuano risorse e chiedono anche aiuto.

Codice ISBN: 978-88-6713-131-0

 

Simone M., Doping Il cancro dello sport”, Edizioni Ferrari Sinibaldi, 2014.

http://edizionifs.com/shop/doping/ Pagine: 178 ISBN: 9788867630752


Molto è già stato scritto sull’argomento e l’obiettivo di questo testo è quello di riassumere le conoscenze più attuali della ricerca scientifica. Il lavoro inizia con l’analisi storica e le caratteristiche delle sostanze dopanti. Si passa quindi a considerare la reale diffusione nel mondo dello sport, gli effetti nocivi di questi farmaci e le motivazioni che stanno alla base di questo fenomeno. Tali motivazioni spaziano dalla ricerca di un miglioramento delle prestazioni sportive, agli aspetti puramente estetici e di riduzione del grasso nei body builders. La considerazione che si deve fare è che nella gara sportiva, oggi, si è arrivati a un agonismo così spinto, a interessi economici così grossi che l’atleta cerca ogni mezzo per migliorare la propria prestazione. Anzi, l’atleta riporta di sentirsi “costretto” a fare questo, perché i tifosi richiedono, i giornali criticano le scarse prestazioni, gli allenatori spingono affinché l’atleta abbia sempre un rendimento maggiore. L’utilizzo degli steroidi anabolizzanti (SA) all’inizio riguardava solo gli atleti d’élite praticanti sport di potenza, ma in seguito si è esteso a macchia d’olio alle altre discipline sportive e anche agli atleti amatoriali. Tra gli adolescenti, l’uso di steroidi è tipicamente motivato da benefici a breve termine, inclusi il desiderio di aumentare la forza e il rendimento atletico e il desiderio di migliorare l’aspetto estetico. L’immagine corporea è stata a lungo oggetto di ricerca e la maggior parte degli individui sono risultati essere in qualche modo infelici con il loro corpo. Si è notato che queste immagini possono avere degli effetti sullo sviluppo di disordini alimentari nelle donne. Nella letteratura riguardante gli uomini, l’immagine del corpo e l’uso di SA sembrerebbe supportare la considerazione della genesi di un simile problema “al rovescio”, dove la risposta all’ansia riguardante l’immagine corporea potrebbe essere quella di assumere gli SA. L’ideale di corpo maschile muscoloso diffuso dai mass media è un obiettivo estremo che non è né ottenibile dalla maggior parte degli uomini né richiesto per una salute ottimale. Sia gli adolescenti che gli adulti possono inseguire attività malsane per raggiungere questo obiettivo. Alcuni dei problemi che ne scaturiscono possono includere insoddisfazione corporea, disordini alimentari e uso di steroidi e integratori dietetici non testati.


Much has already been written on the topic and the purpose of this document is to summarize current knowledge of scientific research. The work begins with historical analysis and characteristics of performance-enhancing drugs. It then goes on to consider the actual spread in the sports world, the harmful effects of these drugs and the motivations behind this phenomenon. These reasons range from research to improve sports performance, purely aesthetic aspects and of reducing fat in the body builders.

 

Simone M., O.R.A. Obiettivi, Risorse, Autoefficacia. Modello di intervento per raggiungere obiettivi nella vita e nello sport, Edizioni ARAS, Fano, 2013


154 pp. euro 15.00 ISBN 9788896378991 

Il libro illustra argomenti riguardanti il raggiungimento di obiettivi nella vita e nello sport, con tecniche della psicoterapia della Gestalt, approccio E.M.D.R. e Ipnosi Ericksoniano. Il modello di intervento ideato dall’autore, denominato “O.R.A.”, acronimo di “Obiettivi, Risorse ed Autoefficacia” viene integrato ad aspetti della Psicologia dello Sport, quali il goal setting e la motivazione, evidenziando come la convinzione delle proprie possibilità, senza deliri di onnipotenza, sia il primo passo verso il raggiungimento dei propri traguardi. Il testo si rivolge a educatori, studenti di psicologia, psicologi, psicoterapeuti, professionisti che gravitano attorno al mondo dell’atleta. 


Modello O.R.A.: Obiettivi, risorse, autoefficacia nella vita e nello sport, utilizzando Gestalt, EMDR ed ipnosi

Model NOW: Objectives, resources, self-efficacy in life and in sports, using Gestalt, EMDR and hypnosis

La mia intenzione è di presentare un modello di intervento che ho definito con l’acronimo O.R.A.: Obiettivi, Risorse ed Autoefficacia. L’idea è scaturita dall’integrazione di aspetti della Psicologia dello Sport con tecniche della Psicoterapia della Gestalt, il protocollo EMDR adattato alle prestazioni eccellenti e l’Ipnosi Ericksoniana. Il protocollo EMDR di Sviluppo e Installazione di Risorse (RDI – Resource Developement and Installation) contribuisce, a fare un lavoro di sviluppo delle risorse occorrenti. Si lavora per un obiettivo futuro partendo dal “Qui e Ora”.

My intention is to present a model of intervention that I have defined with the acronym NOW: Objectives, Resources and Self-efficacy. The idea came from the integration of aspects of Sport Psychology techniques of Gestalt Psychotherapy, EMDR protocol adapted to the excellent performance and Ericksonian Hypnosis. The protocol of EMDR Resource Development and Installation (RDI - Resource Developement and Installation) contribute, to do a job for the development of necessary resources. It works for a future goal starting from the "here and now".

Author(s)

Simone, M. (2012, November). Modello O.R.A.: Obiettivi, risorse, autoefficacia nella vita e nello sport, utilizzando Gestalt, EMDR ed ipnosi [Model NOW: Objectives, resources, self-efficacy in life and in sports, using Gestalt, EMDR and hypnosis]. Presentation at the Italian Federation of Associations of Psychotherapy Conference, Rome, Italy.
 

Simone M., Psicologia dello sport e dell'esercizio fisico. Dal benessere alla prestazione ottimale”
 
Sogno Edizioni, Gennaio 2013
 
 

Pagine: 182 p. Brossura  EAN: 9788896746394

Il presente volume affronta le problematiche inerenti l’attività fisica intesa sia quale forma preventiva tesa al benessere fisico, sociale e psicologico, sia quale sport da praticare per raggiungere prestazioni eccellenti. Il tema del benessere è considerato da diversi punti di vista sia psichico che fisico e con un approccio della Terapia della Gestalt che è un approccio fenomenologico esistenziale.
 
 

Simone M., Psicologia dello sport e non solo, ISBN: 978-88-548-3883-3, Aracne, Febbraio 2011




Matteo Simone


Modulo Richiesta Saggio Docente


Modulo Richiesta Saggio Giornalista


Modulo Richiesta Saggio Biblioteca


Il presente volume affronta le metodiche e le tecniche della psicologia dello sport, analizzando i fattori che incidono sull’ottimizzazione della performance sportiva e illustrando le difficoltà dell’atleta. Le diverse sfumature di un approccio professionale allo sport tengono conto sia della visuale dell’allenatore, sia di quella dello sportivo. Sono trattati: la salute transculturale, la psicoterapia della Gestalt, la psicologia dell’emergenza e l’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing), metodo usato per risolvere l’ansia da prestazione e per migliorare il rendimento sul lavoro e in ambito atletico e artistico.
 
Poster “Ipnosi ed EMDR con gli atleti” alla 13^ Conferenza EMDR Madrid.
https://emdria.omeka.net/items/show/22349
Modello O.R.A.: Obiettivi, risorse, autoefficacia nella vita e nello sport, utilizzando Gestalt, EMDR ed ipnosi 
Model NOW: Objectives, resources, self-efficacy in life and in sports, using Gestalt, EMDR and hypnosis
La mia intenzione è di presentare un modello di intervento che ho definito con l’acronimo O.R.A.: Obiettivi, Risorse ed Autoefficacia. L’idea è scaturita dall’integrazione di aspetti della Psicologia dello Sport con tecniche della Psicoterapia della Gestalt, il protocollo EMDR adattato alle prestazioni eccellenti e l’Ipnosi Ericksoniana. Il protocollo EMDR di Sviluppo e Installazione di Risorse (RDI – Resource Developement and Installation) contribuisce, a fare un lavoro di sviluppo delle risorse occorrenti. Si lavora per un obiettivo futuro partendo dal “Qui e Ora”.
My intention is to present a model of intervention that I have defined with the acronym NOW: Objectives, Resources and Self-efficacy. The idea came from the integration of aspects of Sport Psychology techniques of Gestalt Psychotherapy, EMDR protocol adapted to the excellent performance and Ericksonian Hypnosis. The protocol of EMDR Resource Development and Installation (RDI - Resource Developement and Installation) contribute, to do a job for the development of necessary resources. It works for a future goal starting from the "here and now".
Author(s) M. Simone
Original Work Citation
Simone, M. (2012, November). Modello O.R.A.: Obiettivi, risorse, autoefficacia nella vita e nello sport, utilizzando Gestalt, EMDR ed ipnosi [Model NOW: Objectives, resources, self-efficacy in life and in sports, using Gestalt, EMDR and hypnosis]. Presentation at the Italian Federation of Associations of Psychotherapy Conference, Rome, Italy
Tags Ericksonian Hypnosis, Gestalt Therapy, Model NOW
 
 
Convegno FIAP 2012 “La Psicoterapia nel Villaggio Globale” presentando il Poster “Modello O.R.A.: obiettivi, risorse, autoefficacia nella vita e nello sport, utilizzando Gestalt, EMDR ed Ipnosi”
www.fiap.info/convegno2012/pdf/atti/modello-ora.pdf
 
 


Psicologo, Psicoterapeuta Gestalt ed EMDR

Contatti: 21163@tiscali.it – 3804337230






 

Translate