venerdì 28 settembre 2018

Giulia d'Angelis, run: Bisogna pensare positivo anche quando le cose vanno male

Mi allena una campionessa Fabiola Desiderio che mi fa da guida

Lo sport è una cultura che permette di apprendere insegnamenti di vita partecipando ad allenamenti e gare, apprendendo modalità per migliorare la prestazione atletica e anche migliorare l’approccio agli allenamenti e alle gare trasformando persone e rendendole più serene, sicure, fiduciose. Di seguito Giulia, della società “Top Run Fondi”, racconta la sua esperienza sportiva rispondendo ad alcune mi domande: Quando ti sei sentito campione nello sport? Qual è la gara della tua vita?Mi sento una campionessa quando chiudo in bellezza un allenamento duro. La gara della mia vita sarebbe la maratona che pero ancora non ho fatto perche ho 18 anni.”


Le persone hanno bisogno di sperimentarsi, di mettersi alla prova, di comprendere cosa possono fare, dove possono arrivare e lo sport diventa un buon banco di prova attraverso gli allenamenti e gare, attraverso la grande fatica che accompagna l’atleta in allenamenti e gare e che poi diventa amica perché permette all'atleta di sperimentare benessere e performance superando ogni prova dura e difficili: Qual è stato il tuo percorso per diventare un Atleta?Il mio percorso allora diciamo che io ho sempre fatto sport fin da quando ero piccola: nuoto, basket, pallamano, corsa.”

Considerato che lo sport è un’ottima suola educativa per i ragazzi e poi un’ottimo orto da coltivare da grandi, diventa importante e necessario avvicinarsi allo sport fin da piccoli per comprendere quale può essere lo sport più indicato alla persona dove si trova a suo agio, dove sperimenta benessere e performance, dove si esprime al meglio e poi è importante continuare la passione apprendendo da se stessi nella fatica, nello sforzo, nell'impegno: In che modo hai raggiunto la performance? Chi contribuisce alla tua performance?Mi allena una campionessa Fabiola Desiderio che mi fa da guida.”

E’ importante avere figure di riferimento esperte ce possono consigliare, supportare, suggerire perché lo sport contempla tante situazioni, tanti aspetti che a volte bisogna affrontare, gestire, superare e non sempre si è pronti per farlo e quindi una persona esperta può accompagnare l’atleta in un percorso di crescita sportiva: Quale esperienza passata ti dà fiducia nel raggiungere i tuoi obiettivi?Esperienza passata allora direi la gara a Napoli...spaccanapoli 2017!”

Lo sport consiste in una serie di esperienze da cui trarre tanti insegnamenti e da cui sperimentare sensazioni ed emozioni da condividere con le persone care: Quali sensazioni sperimenti nello sport: allenamenti, pregara, gara, post gara?Molte sensazioni... durante l’allenamento penso molto... penso soprattutto a quando finirò, hahahaha; pre gara direi che sono molto tesa... un po’ nervosa perché ho paura di non dare il meglio di me... in gara invece mi concentro a mantenere il ritmo e non andare in paranoia (come mi é successo in passato) a pensare: oddio non sono neanche a metà! E quando finisce?! Post gara sono sollevata mi rilasso se ho fatto una bella gara e mi innervosisco se ne faccio una pessima, hahahah.”

Lo sport permette di sperimentare la ciclicità dell’esperienza, permette di sperimentare le fasi dell’attività sportiva così come qualsiasi obiettivo da raggiungere nella vita fatto di scelte, decisioni, direzioni, preparazione, impegno, percorso, meta, post dove si fa il punto della situazione, si valuta se essere soddisfatti o cercare di fare qualcosa di più o meglio la prossima volta: Quali sono le difficoltà e i rischi nel tuo sport? La gara più difficile?Difficoltà direi sia fisiche che mentali perché se la testa non è abituata a fare certi sforzi (come in gara) e ti dice di fermarti la gara ormai si può dire che si conclude... rischi: molti strappi muscolari o storte dovute alle discese soprattutto. La gara più difficile che ho fatto fin ora può essere la Circeo Run a San Felice.”

Lo sport mette di fronte a situazioni a volte anche difficili, di scelta, di crisi, di infortuni,di sconfitte e lì è dove si apprende di più, dove si approfondisce la conoscenza di se stessi nel comprendere come andare avanti, come rialzarsi, come non mollare, come rimodulare obiettivi serenamente: Come superi crisi, sconfitte, infortuni?Crisi eh! Bella domanda! Bisogna pensare positivo anche quando le cose vanno male, le sconfitte servono a farci diventare i nuovi campioni perché dai propri errori si impara molto; infortuni, l’importante è non scoraggiarsi mai e ricominciare.” Cosa hai scoperto di te stesso nel praticare sport?Ho scoperto che più vai avanti e più ci sono ostacoli duri da superare ma se davvero vuoi una cosa fai del tutto e quindi superi quegli ostacoli.”

Nello sport è possible sperimentare un buon clima di gruppo nella condivisione delle esperienze di gara e allenamenti, è importante ritrovarsi con altri che condividono la stessa passione con i quali ci si può confidare, ci si può affidare per comprendersi a vicenda, per aiutarsi a vicenda, per fortificarsi nella fatica: Quale può essere un messaggio per avvicinare i ragazzi allo sport?Lo sport è divertimento quindi basta che stai anche con un solo amico e il gioco è fatto.” C’è stato il rischio di incorrere nel doping? Quale può essere un messaggio per sconsigliarne l’uso?Non ho mai pensato al doping e penso che chi ne fa uso debba essere squalificato per sempre. Le sfide servono a superare soprattutto se stessi quindi se sei dopato non ha senso gareggiare.”

Lo sport comporta gioie e dolori, sacrifici e rinunce, ma l’importante è sempre avere un piano B, coltivare altri orti accanto allo sport, investire in altro, e cercare di fare del proprio meglio nel seguire la propria passione. Si mette in conto la preoccupazione e l’apprensione di familiari e amici, da una parte si può rassicurali e dall'altra ogni tanto si può staccare per dedicarsi un po’ a loro: Famigliari e amici cosa dicono del tuo sport?I miei, come gli amici, sono contenti ma non condividono pero questa mia passione perché pensano che io vada in fissa per certe cose come ad esempio seguire una semplice dieta di atleta.” Ritieni utile lo psicologo dello sport?Certo lo ritengo utile perché aiutano molti atleti nel loro percorso.”

Nella mente degli atleti, soprattutto nelle menti degli atleti giovanissimi ci sono tanti sogni da trasformare in realtà, tanti obiettivi più o meno prossimi da raggiungere per cercare di fare sempre di più e meglio: Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?Prossimo obiettivo la mia prima mezza maratona chissà forse quella di Sabaudia.” Sogni realizzati e da realizzare?Sogno è quello di fare una maratona e chissà forse anche le ultra. Realizzati direi proprio avere un eccellente allenatrice che non cambierei mai con nessuno.”

380-4337230 - 21163@tiscali.it
www.psicologiadellosport.net/eventi.htm
http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html
Posta un commento

Translate